Come trovare lavoro nel 2019

Trovare lavoro non è mai un’impresa facile. Occorre armarsi di tempo a disposizione, dedizione, prontezza e tanta determinazione. Questo perché ormai da anni, il mondo del lavoro subisce in primis gli effetti della crisi economica, quindi riuscire ad essere assunti in breve tempo non è così immediato. Esistono però dei punti che non devono essere tralasciati, se si desidera trovare lavoro nel 2019. Vediamo di seguito quali sono le indicazioni principali da seguire:

  • Aggiornare il proprio cv: un curriculum aggiornato è il primo passo per poter rendersi visibili nel mercato del lavoro e farlo nella maniera opportuna. Occorre aggiornare il proprio curriculum inserendo le proprie capacità ed esperienze lavorative ma anche eliminando quelle che ormai potrebbero risultare superflue o poco significanti;
  • Usare LinkdeIn: occorre avere un account su questa piattaforma, la quale permette di evidenziare i propri studi e le proprie esperienze professionali per poi connettersi direttamente con le persone che lavorano nello stesso ambito, compresi i direttori e i responsabili delle risorse umane;
  • Connettersi con più persone: occorre allargare la propria rete di relazioni, connettendosi anche con persone che non appartengono al proprio settore di competenza ma che comunque abbiamo conosciuto in qualche modo;
  • Partecipazioni a workshop: quando si organizzano fiere di settore occorre presentarsi con i curriculum e vendersi ai reclutatori che potrebbero essere presenti nei vari stand di presentazione delle diverse aziende;
  • Stage: offrirsi per degli stage a volte può essere un buon metodo per poter entrare in una certa azienda e verificare se poi vi è la possibilità di essere assunti;
  • Iscriversi ad una agenzia interinale: non è alta la percentuale delle persone che trovano lavoro grazie ad una agenzia interinale ma sicuramente si tratta di una connessione con il mondo delle aziende, le quali si rivolgono alle agenzie per avere determinate figure professionale da visionare;
  • Piccole e medie imprese: occorre sottolineare che, da dati statistici, le piccole e medie imprese sono quelle dai valori più attivi per quanto riguarda le assunzioni. Quindi sarebbe opportuno concentrare le proprie energie su queste, più che inviare curriculum alle grandi imprese, in Italia;
  • Conoscenze tecnologiche aggiornate: è fondamentale avere delle conoscenze tecnologiche che siano aggiornate con il mondo del lavoro e dello sviluppo. Le innovazioni tecnologiche sono continue, cambiano i linguaggi e le modalità di fruizione del mondo digitale diventano sempre più accessibili a tanti, occorre quindi distinguersi con conoscenze e abilità sempre più ricercate, specifiche e professionalizzanti;
  • Allegare una lettera di presentazione: è importante anche allegare una lettera di presentazione al proprio curriculum. In questo modo si hanno delle righe in più per esprimere la propria personalità, il proprio intento, gli obiettivi per il futuro e soprattutto per presentarsi in maniera più esaustiva e personale. La lettera deve avere un linguaggio adeguato a tipo di destinatario a cui è indirizzata, non può essere la stessa se scriviamo per un lavoro creativo piuttosto che un tipo di lavoro più istituzionale.
  • Rimanere aggiornati: il mondo cambia che tu abbia competenze in lingue straniere o di informatica, tieniti aggiornato. Studia ed effettua corsi nel periodo che sei a casa così da essere sempre pronto ad una nuova offerta di lavoro ed a un potenziale colloquio.

Se tutto questo non serve perchè non c’è il lavoro dei tuoi sogni in Italia, la possibilità è quella di sfruttare il tuo talento all’estero magari emigrando: ecco alcuni consigli: come emigrare in germania, svizzera, australia, america e svizzera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.